Buongiorno ragazze/i,

lo so è tanto tempo che non scrivo articoli sul blog…Perdonatemi, ma ci sono stati molti cambiamenti nella mia vita in questi ultimi mesi, chi mi segue su instagram (mi trovi qui) già saprà la novità, mi sono trasferita vicino Milano per lavoro. In questo post però non voglio parlarvi del mio trasferimento, bensì di una delle fiere più conosciute in Italia e non solo, il COSMOPROF che si è svolto a Bologna il 15-19 marzo 2018, e che da ben 50 anni rappresenta il principale evento mondiale di bellezza dedicato ai diversi settori dell’industria cosmetica: Perfumery and Cosmetics, Natural Products, Packaging, Machinery, Contract Manufacturing and Raw Materials, Beauty and Spa, Hair and Nails.

Vi potrà sembrare strano ma questo per me è stato il primo anno al Cosmoprof, trovandomi a Milano è stato decisamente più facile raggiungere Bologna e ritornare a casa in giornata. Sul sito del Cosmoprof sono riportate tutte le indicazioni su come raggiungere la fiera. Per chi arriva in treno, fuori la stazione centrale, è possibile prendere un autobus, e nel giro di 10 minuti arrivare a destinazione. Sul sito inoltre è possibile acquistare, in prevendita alcune settimane prima, il biglietto per un solo ingresso al prezzo di 35 euro, prezzo intero 55 euro, con il discountcard (sconto del 54%) al prezzo di 25 euro.

E proprio sul costo del biglietto che vorrei spendere due righe, essendo un evento aperto al pubblico, e non solo ai professionisti del settore, credo che 55 euro sia un costo eccessivo per un solo ingresso soprattutto per i tantissimi teenager presenti, e se a questo vogliamo aggiungere il costo del viaggio e dell’eventuale pernottamento arriviamo a cifra abbastanza importanti per un solo giorno.

Una volta arrivati all’ingresso e mostrato il biglietto potete scegliere se cominciare dal settore Perfumery and Cosmetics o Beauty, Hair and Nails. I padiglioni sono davvero tanti e in un giorno è impossibile visitare tutto, quindi armatevi di una mappa, scarpe comode, perché camminerete davvero tanto, ma soprattutto portate con voi cibo e acqua. E qui affrontiamo un’altra questione: per una fiera cosi grande con tantissimi padiglioni, il numero di bagni e stand di cibo/bar non è affatto proporzionato, per riuscire a trovare una toilette è stato come vagare nel deserto del Sahara. Purtroppo in quella giornata il clima non è stato favorevole e ha reso impossibile usufruire degli spazi all’aperto per sedersi a mangiare qualcosa. Una volta nei padiglioni sembra di essere nel paese dei balocchi, e chi ama la cosmetica quanto me può capire la sensazione, centinaia di espositori curati fino all’ultimo dettaglio, ricchi di colori, profumi, fiori, grafiche, design, arredamenti moderni, classici o stravaganti. Dai prodotti per la skin care, hair care e body care, dalla cosmetica green a quella tradizionale, ai prodotti dedicati alle unghie e nailsart, a prodotti per estetiste. Purtroppo non erano presenti stand dedicati al Contract Manufacturing and Raw Materials che avrei voluto tanto vedere riguardando ciò di cui mi occupo. Inoltre all’evento c’erano famosissime influencer, come Nicole (Kissandmakeup) allo stand NYX, e Marta Cerreto allo stand Equilibra. Di seguito vi lascio alcune foto

Negli stand dedicati al make-up e capelli era possibile farsi truccare o provare qualche acconciatura, io ad esempio ho provato sui miei capelli una piastra a forma di cono davvero molto bella, e in 5 minuti ho ottenuto delle onde morbide e definite:

Alcuni stand regalavano dei campioncino di prova, soprattutto quelli asiatici,mentre da parte di tanti altri c’è stato poco feedback e interazione, personalmente credo che raccontare i punti di forza del proprio brand e offrire un campioncino di prova sia un modo per farsi conoscere e invogliare il pubblico ad acquistare il prodotto. Ad ogni modo ecco il mio bottino (guarda foto sopra).


Che dire, sicuramente un bel evento da vedere almeno una volta nella vita se si è appassionati di cosmetica, ma un solo giorno purtroppo non è sufficiente. Ci ritornerei? Certo perchè si tratta del mio lavoro, ma da semplice visitatrice, che non lavora nel settore, credo proprio di no.

Ragazze/i invece voi siete mai state/i al Cosmoprof? Qual è stata la vostra esperienza? Sono curiosa di leggere i vostri commenti.

Un abbraccio,

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *